Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie C Silver: i protagonisti del campionato, intervista a Nicola Trastulli (Vigor Matelica)

Con la vittoria contro Il Campetto Ancona, grande favorita del campionato ed imbattuta fino a Sabato scorso, la Vigor Matelica ha probabilmente certificato il suo ruolo di assoluta protagonista del campionato. Dopo un inizio difficile con due sconfitte nelle prime due giornate, dovute principalmente alle assenze di Sorci e Cardenas, ed all'arrivo in fretta e furia di Mbaye per porre rimedio all'improvvisa partenza di Dembelè; sono arrivate cinque vittorie consecutive che hanno catapultato biancorossi al secondo posto in classifica. Tra gli uomini più importanti a disposizione di coach Sonaglia c'è sicuramente Nicola Trastulli, playmaker classe 1997, che dopo diversi campionati disputati nella sua Umbria con le maglie di Todi ed Assisi, dalla metà della scorsa stagione veste la maglia della Vigor. 14 punti di media in queste prime sette giornate, con un high di 29 nella prima giornata contro il Bramante Pesaro, ed un rendimento sempre costante ad alto livello.

Ciao Nicola, iniziamo subito dalla bella vittoria ottenuta contro il Campetto. Una grande soddisfazione ed un'importante iniezione di fiducia per voi.
"E' stata una partita molto emozionante, abbiamo conquistato una vittoria molto importante per noi. In settimana avevamo preparato questa partita con tanta attenzione e concentrazione, ci aspettavamo sicuramente una gara molto difficile nella quale avremmo dovuto dare il massimo per portare a casa i due punti. E così è stato. Siamo tutti molto soddisfatti di quanto abbiamo fatto, ma non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia, e pensiamo già alla prossima difficile trasferta di Fossombrone."

- Avete avuto un inizio di campionato difficile, ma tutto sommato prevedibile.
"Sapevamo che all'inizio avremmo incontrato qualche difficoltà vista l'assenza per infortunio di Sorci e considerato che Cardenas sarebbe arrivato solo a fine Ottobre. Poi c'è stata l'improvvisa partenza di Dembelè, con Mbaye che è arrivato solo dalla seconda giornata in avanti. Noi abbiamo continuato a lavorare con la stessa attenzione e determinazione, senza abbatterci per le prime sconfitte. Siamo un gruppo che sta bene in campo, ma soprattutto fuori dal campo e questo sicuramente ci aiuta molto."

- Domenica prossima vi attende un'altra partita difficile a Fossombrone contro l'atra capolista, reduce anch'essa dal primo stop stagionale.
"Sarà una partita molto difficile. Anche Fossombrone è reduce dalla prima sconfitta, subita tra l'altro in un derby. Troveremo sicuramente un ambiente caldo. Noi stiamo bene sia fisicamente che mentalmente. La vittoria ci permetterebbe di recuperare i punti persi all'inizio, ma soprattutto vorrebbe dire sia a noi stessi che all'intero campionato che ci siamo e vogliamo giocarcela fino alla fine."

- Il campionato fino ad ora è stato molto equilibrato. Quale pensi possa essere il vostro reale obiettivo?
"Ci sono tante buone squadre costruite molto bene, e fino ad ora si è visto quanto sia difficile portare a casa ogni vittoria. Il livello mi sembra molto buono e soprattutto migliore rispetto allo scorso anno. Ci vorrà un pò di tempo per vedere emergere i reali valori di tutte le squadre, ma penso che abbiamo tutte le carte in regola per conquistare quei playoff che lo scorso anno abbiamo mancato."

- Quali sono le squadre che fino ad ora ti hanno maggiormente impressionato?
"Il Campetto Ancona è sicuramente la squadra più forte e completa del campionato. Nonostante la sconfitta subita contro di noi Sabato scorso, credo sarà una squadra che ne perderà poche in questa stagione. Vedo molto bene anche Fossombrone, Montegranaro, Urbania e Pisaurum, ma più in generale ci sono tante squadre che possono ambire a conquistare i playoff."

- Ed invece qual'è il tuo obiettivo personale per questo campionato?
"Innanzi tutto voglio riscattare il campionato dello scorso anno che è stato parecchio negativo. Sto lavorando per migliorare il mio approccio alle partite, per rimanere concentrato per tutti i minuti che sono in campo. Se riesco a migliorare il mio gioco, visto anche il mio ruolo, ne trae beneficio anche tutta la squadra."

- Vuoi mandare un messaggio ed un saluto a tutti i tifosi della Vigor Matelica?
"Ai nostri tifosi mi sento di dire innanzi tutto che sono molto contento che si sia ricreato l'entusiasmo ed il calore al palazzetto. Loro sono il nostro sesto uomo, sono sempre presenti e ci danno una grande spinta in ogni partita. Lavoreremo sodo per renderli sempre più orgogliosi di noi e per ripagarli con delle soddisfazioni."

Giuseppe Contigiani

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: