Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: Bisceglie - Senigallia, le voci dei protagonisti nel post partita

Tre indizi fanno una prova, la Goldengas c'è.
Dopo la vittoria esterna con Civitanova e quella di domenica con Fabriano, i biancorossi portano a casa i due punti in classifica anche dalla trasferta sul campo di Bisceglie con gli stessi ingredienti con cui hanno ottenuto le vittorie nei recenti derby. Tanta difesa (Bisceglie tenuta al 43% dal campo) con la zona protagonista nei momenti di difficoltà, quando serve stringere le maglie e “resistere”, e la capacità di trovare la giocata giusta nel momento giusto per mantenere al sicuro il risultato.
La tripla di Pierantoni, il jumper dalla media di Giampieri, la capacità di sfruttare i mismatch favorevoli di Tortù, le letture di un ispiratissimo Paparella, così come la solidissima difesa che costringe alla palla persa di Bonfiglio quando Bisceglie s'è rifatta sotto a un paio di minuti dall'ultima sirena.
La Goldengas aggrappandosi alle proprie certezze sfrutta il momento di difficoltà di Bisceglie, dimostrandosi più lucida e cinica dei pugliesi.
Con pieno merito Senigallia infila la terza vittoria consecutiva e sale nel gruppone al terzo posto in classifica, alle spalle della capolista imbattuta San Severo e di Campli, prossima avversaria dei biancorossi.

Dagli spogliatoi del PalaDolmen riviviamo la partita con Coach Foglietti
“Fino a quando riusciamo a correre e fare canestro va tutto bene, poi magari l'altra squadra inizia ad alzare l'intensità in difesa e a mettere le mani addosso e lì iniziamo un po' a faticare. Se troviamo i canestri nei momenti giusti riusciamo però a tenere botta e andare avanti a giocarcela fino alla fine. Sono contento della partita di Brighi, per lui e per la squadra. E' arrivato in ritardo ma è un ragazzo che ha talento ed è capace di offrire questo tipo di prestazioni e ci può aiutare molto nella ricerca di quella 'terza punta' che nei nostri programmi estivi doveva essere Penserini.
Sono contento dell'equilibrio che stiamo trovando, ma siamo solo alla nona partita e dobbiamo solo continuare a lavorare duro e migliorarci. Adesso vorrei una bella prestazione davanti al nostro pubblico.”

E' quindi il turno di Mirko Pierantoni, autore di 9 punti e di una tripla “scaccia crisi” nel finale.
“Abbiamo giocato contro una squadra forte. Bisceglie appena riuscirà a trovare il giusto equilibrio sarà nelle parti alti della classifica perchè ha un roster di tutto rispetto. Noi siamo riusciti a giocare una buona pallacanestro. Cinica, fatta di pochi errori e cercando sempre di sfruttare ciò che ci veniva concesso dalla loro difesa, soprattutto il buon momento di Paparella e Tortù. Difensivamente abbiamo lottato, dando tutto e mettendo in difficoltà Bisceglie.
Ci stiamo allenando forte, con intensità, da questa estate. La voglia la mettiamo ogni volta che scendiamo in campo cercando di farci trovare sempre tutti pronti.
Secondo me abbiamo ancora un ampio margine di miglioramento, sono convito che quando riusciremo a giocare insieme a più passaggi, a più ritmo, il valore dei singoli e quindi quello complessivo di squadra si alzerà ulteriormente. Il coach vuole una bella prova davanti al nostro pubblico? Beh, io voglio sempre vincere...”

Terminiamo l'analisi del match con Antonio Brighi, autore pure lui di 9 punti e grande protagonista nei due quarti centrali del match.
“Ci stiamo allenando bene, con intensità fino alla fine, e questo ci sta aiutando in partita. Anche nei momenti di confusione, quando gli avversari alzano l'intensità, siamo più preparati rispetto all'inizio della stagione. Fa piacere aiutare la squadra, non far sentire le mancanze come oggi quando Giacomini ha avuto problemi di falli. Qualche squadra magari ci sottovaluta, noi dobbiamo lottare fino alla fine e cercare di 'rubare' qualche vittoria magari inaspettata.”

Andrea Peverada
Ufficio Stampa Pallacanestro Senigallia

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: