Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: la Virtus Civitanova attende la visita dell'Udas Cerignola

Ultima partita del 2017 per la Rossella al Palarisorgimento: l´avversario da superare è la Castellano Udas Cerignola. I pugliesi vengono da una settimana di fuoco simile a quella della Virtus: due vittorie (Ortona e Fabriano) e una sconfitta (69-71 contro Porto Sant´Elpidio), così come capitan Amoroso e compagni sono reduci dalle vittorie con Teramo e gli elpidiensi e dalla sconfitta di San Severo.

La partita nella tana della capolista era proibitiva, anche per la breve distanza dal derby e infatti la Rossella ha pagato soprattutto a livello fisico, non riuscendo a sopperire alla minor taglia come aveva fatto giovedì sera. Ne è uscito un incontro equilibrato fino a circa l´intervallo, dopo il quale San Severo ha chiuso la partita trascinata da Ciribeni e Rezzano. Per la Virtus migliore in campo capitan Amoroso con 21 punti e un super primo tempo.
Le statistiche di Cerignola purtroppo sono danneggiate da un problema nella partita contro Porto Sant´Elpidio durante la quale non sono stati conteggiati i tiri sbagliati e i rimbalzi. Da quelle utilizzabili notiamo che è una squadra che gioca a basso punteggio (peggior attacco del campionato con 67.5 punti a partita e seconda peggior squadra per triple realizzate, ma anche quinta miglior difesa).

Il miglio realizzatore è il play Colonnelli, scuola Stella Azzurra per 12.4 punti di media col 39% da tre e il 91% ai liberi. Segue un altro play, Sabbatino: classe ´92 ma tanta esperienza (anche in A2), 12.2 di media conditi 3.8 assist e una prestazione da 30 punti contro Matera, tuttavia assente per problemi fisici nelle ultime quattro partite. Sempre presenti invece gli esterni Gambarota e Marchetti, entrambi giocatori duttili e oltre la doppia cifra di media. L´ala Tredici invece, è tornato in campo da tre settimane dopo più di un mese di assenza per guai fisici: è un buon tiratore e sta entrando in forma, come dimostrano i 16 punti con 3/5 dall´arco segnati nella vittoria a Fabriano. Chiudono la rotazione il pivot Kushchev, il play Markus (eroe contro Nardò col tiro della vittoria allo scadere) e la guardia classe ´97 Ioppedico.

Ricordiamo che le prime due del girone di andata si qualificheranno alla Coppa Italia. Il primo spot è ovviamente già di San Severo, per il secondo la bagarre è aperte e la Rossella è ancora in corsa, seppur dietro a Campli, Pescara e Recanati. Obiettivo quindi chiudere il 2017 in bellezza sia per sperare nella qualificazione ma anche e soprattutto per aggiungere quattro punti e consolidare la posizione nella parte alta della classifica.

Ufficio Stampa Virtus Civitanova

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: