Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie B Nazionale: Teate Basket Chieti, coach Sorgentone "Le amichevoli olieranno i nostri meccanismi"

La Sunrise Sport Erreà Cup è ormai quasi alle porte e, in attesa del primo scrimmage di domani pomeriggio contro Roseto Sharks (ore 18:30, PalaMaggetti), ci siamo trovati con coach Sorgentone ad analizzare le nostre prossime avversarie nel torneo organizzato in memoria del caro Alessandro Giuliani.

Coach Sorgentone, la Sunrise Sport Erreà Cup porterà al PalaLeombroni tre squadre di vertice dei rispettivi gironi. Come valuta la loro costruzione, provando a supporre dove possano arrivare?

“Il Memorial “A. Giuliani” ci vedrà opposti a tre squadre che, nei rispettivi gironi, proveranno a vincere il campionato con ambizioni dichiarate sin da inizio stagione. Partendo dal nord, Tigers Cesena è una squadra estremamente ambiziosa che può contare su innesti importantissimi, a partire da Andrea Raschi, mio ex giocatore qui a Chieti, atleta di grandissima esperienza, professionalità e talento quindi un vero fattore unico in questo campionato. Il secondo innesto devastante in Serie B è Brkic, lungo dotato di grande tecnina spalle a canestro ma molto pericoloso anche fronte a canestro, un giocatore che, se troverà le giuste motivazioni, può diventare in assoluto il miglior centro di tutti e quattro i gironi. Poi, non secondari, gli acquisti di Daniello, guardia-ala tiratrice, e dell’under Emanuele Trapani, reduce da esperienze importanti con la Stella Azzurra e che ha già fatto il suo esordio in A2 lo scorso anno a Scafati.

Scendendo nel Girone D troviamo due delle tante squadre che competeranno per la vittoria finale: Palestrina ha fatto una campagna acquisti mirata, prendendo due atleti che hanno diverse promozioni alle spalle come Manuel Carrizo, giocatore italo-argentino, Nelson Rizzitiello, oltre che atleti di grande esperienza come Ochoa sotto canestro, il nostro ex Spera ed il play in rientro Rischia. Per concludere Salerno probabilmente è la squadra con maggiore progettualità: semifinalista lo scorso anno contro San Severo, ha conservato l’ossatura del gruppo facendo aggiunte intelligenti come Diomede o Cucco che ritroverò dopo il biennio a Bisceglie. Nel complesso sono tre compagini super attrezzate per tentare il salto di categoria”.

In generale, la preseason sarà fondamentale per preparare un gruppo nuovo in vista dell’inizio stagione…

“La nostra pre-season è stata costruita sulla base di un criterio importante, volendo metterci subito alla prova contro sia squadre di categoria superiore sia formazioni di vertice del nostro stesso campionato. Vediamo tutti gli appuntamenti pre-stagionali come occasioni per far crescere il gioco di squadra e la condizione dei nostri giocatori. Infatti dobbiamo ricordare che siamo una squadra costruita ex novo per cui, rispetto a tante altre formazioni già rodate, necessitiamo di oliare al meglio tutti i meccanismi prima dell’inizio della stagione. Non solo Società di A2 come Roseto e la neo-promossa Cassino (15 settembre) ma anche squadre importanti del Girone C quali la San Severo (26 settembre) e la Janus Basket Fabriano (22 c.m.), scrimmage che si aggiungono all’Erreà Cup e al test con la Luiss Roma la settimana prima della partenza del Campionato”.

Partiamo domani con il primo scrimmage stagionale contro Roseto Sharks. Cosa vorrebbe ottenere da questo test?

“Roseto sicuramente è rafforzata rispetto alla squadra dello scorso anno. Sappiamo che si tratterà di una partita non livellata, soprattutto perché i nostri avversari avranno disputato già due amichevoli. Per noi sarà la prima e valuteremo la prestazione sulla base di ciò che è stato fatto fino a quel momento in allenamento, provando a giocare, a correre, a mettere insieme le prime regole difensive ed i primi attacchi. Sarà di certo importante e stimolante cercare di far bene per quanto possibile”.

Area Comunicazione Teate Basket Chieti

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: