Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

D Regionale Umbria: grande colpo per l'Atomika Sport Spoleto, in panchina arriva Roberto Peron

L’Atomika presenta il colpaccio in panchina. Il nuovo tecnico è il 51enne reatino Roberto Peron che ha detto sì dopo un lungo inseguimento. Peron ha iniziato a lavorare con la squadra che esordirà in serie D nel primo weekend di ottobre.

Grande soddisfazione nella dirigenza. A dare l’annuncio il presidente Gianluca Bernelli: “E’ un arrivo importantissimo per noi. Siamo felici di poter affidare il settore senior a un tecnico di quest’esperienza e carisma, siamo sicuri che riporterà entusiasmo in un gruppo e in una situazione che magari nel tempo si era un pò spenta. Da subito si è instaurata una bella intesa, è la persona giusta al momento giusto”.

A descrivere il primo incontro tra le parti è lo stesso Peron:” Ci siamo trovati per caso con Gianluca a Terminillo, stavo facendo tutt’altro. Avevo perso un pò di voglia e stimoli negli ultimi tempi verso il basket, la società mi ha corteggiato e alla fine ho accettato il loro progetto. C’è la possibilità di fare bene”. Primi allenamenti per Peron con la nuova squadra: “Sto conoscendo ora i ragazzi. L’obbiettivo è quello di lavorare su giocatori in gran parte di proprietà con il target di arrivare a una crescita generale dell’ambiente e di questo gruppo. Ho visto cose interessanti”. Cosa non deve mancare mai alla squadra di Peron? “L’energia. La pallacanestro non può mai essere affrontata in maniera soft ma sempre con grande voglia e energia. Si può non fare canestro ma anche in quel caso le partite bisogna comunque vincerle”.

IL CURRICULUM

Quasi quaranta anni di attività nel curriculum di Peron. A 12 anni, nel ’79, le prime finali nazionali da giocatore, a 18 la prima panchina coi Cadetti della Sebastiani Rieti. Nel 1987 inizia l’avventura al femminile come assistente della Popolare Rieti che dalla B passa in A2 con le spoletine Paola Sileni e Daniela Scocchetti nel roster. Per più di dieci anni, fino agli inizi del 2000, Peron si occupa di settore giovanile nel ruolo di responsabile e arriva a collaborare col Settore squadre Nazionali per la categoria Cadetti. Sotto le sue mani passano tanti della generazione d’oro, da Meneghin ad Ancillotto, da Galanda a Marconato e ancora Damiao. Nel 2001/02 torna a lavorare per il team senior della Virtus Rieti in B d’Eccellenza.

E’ assistente di fianco a santoni del calibro di Tonino Zorzi e poi con Maurizio Lasi conquista l’A2 nel 2004. Da lì tre anni da capo allenatore a Contigliano con cui conquista la promozione in C1 poi di nuovo il ruolo di assistente in B d’Eccellenza alla Ircop Rieti. In questa nuova esperienza si ritrova più volte capo allenatore, compreso la stagione 2011/12 in cui conduce la squadra avanti nei playoff.. Nel 2013/14 dirige la Npc Rieti in B, poi passa a La Foresta e da lì nel 2016/17 alla neonata Fara in Sabina che sarà una delle sfidanti dell’Atomika in serie D.

Ufficio Stampa Atomika Sport Spoleto
Articolo pubblicato sul portale SpoletoSport.it

 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: