Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Prima Divisione Playoff G1: il Marotta Basket parte con il piede giusto contro il Pgs OrSal Ancona

Fattore campo rispettato, Gara 1 di semifinale playoff al Marotta Basket. Sul parquet del “Tre Ragazzi “ la squadra di presidente Venturi supera un coriaceo e mai domo PGS OrSal Ancona aggiungendo un altro successo alla lunga ed immacolata striscia vincente che l’ha caratterizzata durante la recente regular season. Primo quarto da manuale, i ragazzi di coach Rinolfi campano di rendita per la restante parte dell’incontro.

I dorici, ai quali va dato merito di non aver mai mollato, diventano pericolosi nel finale quando a circa due minuti dalla sirena, con perseveranza e determinazione, rientrano clamorosamente in partita riducendo il gap dai padroni di casa a soli due possessi. Il ritorno di Poletti e compagni e qualche errore di troppo da parte degli anconetani, paradossalmente proprio nel momento a loro più favorevole, mettono la parola fine ad un match mai noioso cui numerosi spettatori hanno assistito.

Marotta Basket - PGS OrSal Ancona 81-68
(parziali: 26-11, 16-19, 19-16, 20-22)

Marotta: Poletti L. 2, Marinelli 3, Galli 13, Paolini 13, Bronzini, Vignoli 6, Sciarrini E. 2, Bertolini 12, Mancinelli, Sciarrini A. 22, Tombari 8, Venturi. All. Rinolfi

PGS OrSal Ancona: Vasquez 2, Mazza 2, Colletti 17, Piazzi 2, Pascua 7, Rocchi 8, Burattini 7, Pasqualini 10, Anzini 13.

Luca Nazionale - Ufficio Stampa Marotta Basket

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: