Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

VL Pesaro - Aquila Basket Trento, tre cose da sapere sulla partita

1) EuroCup da record!

Per la prima volta nella storia della Dolomiti Energia Trentino, i bianconeri hanno aperto la loro avventura in EuroCup con tre vittorie in altrettanti match disputati: un avvio di stagione che ha visto Forray e compagni vincere per due volte in trasferta su campi insidiosi come Bursa e Nanterre e volare al primo posto solitario nel gruppo D; e che soprattutto ha mostrato una Trento compatta e concentrata in particolare nella propria metà campo difensiva.

Una settimana dopo aver messo nel libro dei record il successo più largo della propria storia in EuroCup e il minor numero di punti concessi nel 78-51 contro il Promitheas, i bianconeri si sono ripetuti con una prestazione monstre in Francia, espugnando il Maurice Thorez 65-71. Alla gara numero 67 dell'Aquila nella competizione dal 2015, gli appena 65 punti subiti in trasferta sono un nuovo record per la squadra trentina.

2) Campionato

I bianconeri sono chiamati a trasformare l'energia postiva della coppa anche in campionato, dove invece sono incappati in tre sconfitte consecutive: alla Vitrifrigo si cerca pronto riscatto, al termine di una serie di trasferte e di impegni che hanno tenuto la Dolomiti Energia Trentino lontana da Trento per due settimane (si torna a giocare in casa martedì 20 contro Lubiana).

Limitare le palle perse, controllare il ritmo della partita, mettere in freno ad un attacco, quello di Pesaro, che si sta dimostrando ricco di opzioni e di talento. Questi i principali temi tattici di una partita in cui però sarà fondamentale anche l'impatto in termini di energie fisiche e mentali contro l'entusiasmo dei padroni di casa, reduci da un brillante successo con 18 punti di scarto nella tana della Reyer Venezia.

3) La Pesaro di Repesa

I prcedenti degli ultimi anni dicono 10-1 in favore di Trento, che contro la VL non perde dal 9 marzo 2016, ma la sensazione è che la Pesaro degli ultimi anni abbia poco a che fare con la formazione ambiziosa e pungente assemblata dal nuovo coach Jasmin Repesa.

Il rientro di Carlos Delfino garantirà leadership e pericolosità offensiva dal perimetro, terra di conquista dove si sono già messi in mostra Ariel Filloy (10,0 punti) e l'ala Marko Filipovity (15,0 di media con il 47% da tre). Justin Robinson (14,0 punti e 4,7 assist) e Frantz Massenat (15 con il 46% da tre) assicurano ritmo e punti, formando una batteria di esterni completa e temibile in staffetta con Matteo Tambone e il giovane talento Henry Drell. Sotto canestro il pivot di riferimento è l'esperto Tyler Cain (11,7 punti e 11,0 rimbalzi), miglior rimbalzista del campionato dopo i primi tre turni.  

Fonte: ufficio stampa Aquila Basket Trento

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: