Trento, coach Molin ''Contro Brescia sfida molto impegnativa. Non possiamo permetterci di guardare in faccia a nessuno''

Dopo la mancata trasferta di Sassari e il rinvio della partita contro il Banco di Sardegna a data da destinarsi, la Dolomiti Energia Trentino ha ripreso il lavoro in palestra affrontando una settimana di allenamenti rigeneranti e intensi in vista del match contro Brescia di sabato sera. In una situazione di classifica in Serie A che vede 8 squadre compattate in 4 punti tra l'ultimo posto per i playoff e l'ultimo dell'intera graduatoria, i bianconeri sanno che da qui alla fine della stagione ogni partita sarà fondamentale per delineare le gerarchie di un campionato davvero imprevedibile.

Contro Brescia, davanti a Trento proprio di quattro lunghezze, in palio di sono due punti che sembrano valere doppio, anche perché i bianconeri nel match di andata al PalaLeonessa di erano imposti 73-80 e puntano a prendersi il vantaggio 2-0 nello scontro diretto in vista di un eventuale arrivo a pari punti in classifica. Queste le parole di coach Molin:

«Quella contro Brescia sarà una partita molto impegnativa per noi, ogni match come ci siamo detti più volte deve diventare un’opportunità per noi per guadagnare punti in classifica e per dimostrare che siamo una squadra migliore della posizione in graduatoria che occupa. In presentazione dell’appuntamento di domani sera posso dire che Brescia è una squadra che rispetto a noi ha qualcosa in più in termini di esperienza, e ha giocatori che danno presenza fisica e assoluto valore al roster. Tecnicamente per questa partita ci sono più chiavi, ma credo che dal nostro punto di vista sarà decisivo contenere i loro esterni sul perimetro: Chery, Kalinoski, Crawford, lo stesso Vitali sono il motore della squadra.

Con Maurizio Buscaglia ho un ottimo rapporto, ho apprezzato il suo desiderio di inserirmi in uno staff già consolidato e poi nei successivi due anni di lavoro assieme qua a Trento è nata una sincera stima reciproca. Detto del valore di Brescia, allo stesso tempo sappiamo che siamo in un momento della stagione in cui non possiamo permetterci di guardare in faccia nessuno, dobbiamo solo pensare a mettere in campo tutto quello che abbiamo in termini di energie, qualità e quantità, cercando di ripetere da questo punto di vista la prestazione ad esempio del successo contro Milano. La squadra ha recuperato dal punto di vista fisico e mentale dopo una settimana molto impegnativa, conto che saremo pronti a giocare una buona partita: è obbligatorio per noi fare il massimo di quello che possiamo fare, la squadra condivide questo desiderio e questa voglia di riscatto».

Fonte: ufficio stampa Aquila Basket Trento 

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!