San Severino, nuova iniziativa del progetto Baskettown per i bambini del Minibasket

https://www.basketmarche.it/immagini_articoli/22-03-2021/severino-iniziativa-progetto-baskettown-bambini-minibasket-600.jpg

Social

Lo sport è ormai fermo da un pò ed abbiamo deciso di offrire un’attività alternativa al consueto allenamento ai nostri piccoli cestisti. Per questo sono partiti e proseguiranno nel corso dell’anno, si spera parallelamente alla futura ripresa delle attività quando le restrizioni anti-covid e l’andamento epidemiologico lo permetteranno, alcuni incontri insieme alla psicologa. Riconoscere lo stato emotivo in sé e negli altri, gestire le emozioni intense, stare in “relazione con”, sono competenze sviluppate ed allenate in maniera automatica da chiunque a partire dai primi momenti di vita. Se si inizia a prestare attenzione ad alcuni aspetti emotivi al fine di utilizzarli in maniera consapevole, questi possono essere un importante risorsa per il raggiungimento di un maggiore benessere.

I bambini, come tutti noi, hanno subito in quest’ultimo anno una forte limitazione alle loro attività, con la differenza che loro sono esseri umani in via di sviluppo e questo nuovo modo di vivere, potrebbe creare delle traiettorie evolutive diverse da quelle che avrebbero vissuto in un contesto pre-pandemia. Cosa significa? La pandemia costituisce un fattore di rischio per lo sviluppo psicologico, relazionale, fisico di bambini e adolescenti ed è compito dei contesti di vita in cui svolgono le loro principali attività “parare i colpi”. La società Baskettown ha coinvolto la dott.ssa Michela Forconi al fine di allenare in maniera mirata i bambini su aspetti che sono solitamente stimolati, negli allenamenti e nelle partite, attraverso attività trasversali.

Negli incontri previsti si porterà il focus sulla conoscenza e la gestione delle emozioni in relazione allo sport: attraverso alcuni incontri a distanza i bambini scopriranno come riconoscere le emozioni, come poterle gestire e l’importanza di queste all’interno del gruppo squadra. Le famiglie e le società sportive sono sensibili alle conseguenze che una privazione della socialità possa portare sui propri bambini, ed è per questo motivo che si è deciso di offrire loro uno spazio dedicato ai pensieri, alle emozioni ed ai vissuti con l’obiettivo e l’augurio che i bambini possano imparare qualcosa di nuovo sul proprio funzionamento e possano beneficiare di strumenti utili ad affrontare i momenti di difficoltà all’interno dei loro contesti di vita.

Il primo incontro con argomento “Riconoscere le emozioni ed imparare a gestirle” si è svolto in data 18/03 ed ha coinvolto i ragazzi e le ragazze dei gruppi Scoiattoli e Aquilotti: con grande soddisfazione tutti hanno partecipato attivamente mettendo a nudo emozioni, stati d’animo, considerazioni sull’attuale situazione. Nel secondo appuntamento, che si svolgerà martedì 23 marzo, di parlerà del “Termometro delle emozioni: le strategie per tenerle in uno stato ottimale”.
D’altronde gli aspetti psicologici sono da sempre intrinsecamente legati allo sport, come affermava il grande campione Kobe Bryant, “Non importa quanto segni. Quello che conta è uscire dal campo felice” e poco importa se i bambini dovranno uscire felici soltanto da uno schermo… per ora!

Fonte: Amatori San Severino

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!