L'Olimpia Milano risale da -15 e batte il Derthona Basket

Tra rientri dell’ultimo minuto, la stanchezza dopo lo sforzo enorme della gara di quattro giorni prima con la Virtus dopo un periodo di pochi allenamenti e tante vicissitudini, l’Olimpia per battere Derthona 72-60 deve rinvenire da un primo periodo da incubo in cui segna solo quattro punti e va sotto di 15. Lo fa con autorevolezza, un secondo periodo da 28 punti segnati e poi prendendo gradualmente il largo. Decisiva prima la difesa, a tenere l’avversario sotto controllo, poi i rimbalzi, con la doppia doppia di Ben Bentil e il grande lavoro di Nicolò Melli soprattutto nella ripresa, e infine anche l’attacco nonostante le percentuali che è risorto dal primo quarto.

IL PRIMO QUARTO – La Bertram parte con grande aggressività, scatta 5-0 e così Coach Messina spende il primo time-out già dopo un minuto e mezzo di partita. Ma non cambia nulla, neanche quando l’innesto di Trey Kell restituisce al quintetto una fisionomia tradizionale. L’Olimpia sbaglia i primi sette tiri, non trova tiri liberi e va sotto 12-0 senza segnare per cinque minuti prima che Bentil a rimbalzo spezzi per un attimo la serie negativa. Da quel momento in avanti l’unico altro canestro arriva su un pick and roll con cui Rodriguez manda a canestro Hines. Alla fine del primo periodo è 19-4 Derthona.

IL SECONDO QUARTO – L’Olimpia prova a rimettersi in partita cominciando con la difesa. Derthona segna due punti nei primi tre minuti e mezzo quando Coach Ramondino usa il suo primo time-out, ma con un vantaggio ancora notevole (13 punti), perché viceversa l’attacco e la mira tardano ad arrivare. Grant mette due liberi, Melli schiaccia un assist dello stesso Grant, poi Hall firma un jumper dalla media. Milano torna a meno nove, nel primo momento favorevole della gara. Derthona riprende ritmo con le prodezze di JP Macura e una tripla di Wright. Qui però l’Olimpia cambia marcia. Il primo canestro da tre è di Grant. Bentil si fa sentire a rimbalzo offensivo (quattro a metà gara, sette totali). Quando Devon Hall e Grant segnando due triple consecutive il vantaggio di Derthona scende a un punto. L’Olimpia sbaglia il tiro del sorpasso, punita da un missile di Chris Wright. Ma Hall chiude il tempo con cinque punti di fila, una penetrazione al ferro e una tripla allo scadere per il 32-31 Olimpia.

IL TERZO QUARTO – Derthona parte di nuovo meglio, guidata dai suoi giocatori di maggio talento offensivo, Macura e Daum. Supera subito e va avanti anche di quattro punti. L’Olimpia impatta su un gioco ravvicinato di Melli. Poi ci sono una serie di quattro sorpassi consecutivi quando Milano usa i suoi lunghi, Bentil e Melli, con quest’ultimo che controlla anche i rimbalzi. In due segnano 14 dei 19 punti dell’Olimpia nel periodo. Per un attimo, l’Olimpia schizza a più cinque. Mike Daum risponde però con una tripla tenendo la gara in bilico. Dopo tre quarti è 51-47 Milano.

IL QUARTO QUARTO – Un’entrata di Hall e due tiri liberi di Kell scavano il massimo vantaggio per l’Olimpia sul 55-47. Derthona riparte con un canestro ravvicinato di Cain. Quando Filloy ricuce a meno cinque, una tripla di Bentil ripristina il divario. Un jumper di Rodriguez e poi una tripla di Grant valgono il più 10 a tre minuti dalla fine. Melli firma il più 11, quando Derthona si chiude a zona per l’ultimo assalto. La bomba di Rodriguz a 1:28 dalla fine chiude definitivamente la partita, 72-60. 

Per i tabellini completi CLICCA QUI

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

 

Classifica: Serie A - Girone Unico

Squadra Pt G V P
Olimpia Milano 26 15 13 2
Virtus Bologna 24 15 12 3
Aquila Basket Trento 16 14 8 6
Derthona Basket 16 15 8 7
Pallacanestro Trieste 2004 16 14 8 6
Pallacanestro Brescia 14 14 7 7
Pallacanestro Reggiana 14 15 7 8
Reyer Venezia 14 15 7 8
Napoli Basket 14 14 7 7
Dinamo Sassari 14 15 7 8
New Basket Brindisi 14 14 7 7
Victoria Libertas Pesaro 12 14 6 8
Treviso Basket 12 14 6 8
Fortitudo Bologna 10 15 5 10
Basket Cremona 8 15 4 11
Pallacanestro Varese 8 14 4 10
© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!