NB Brindisi, Leo De Rycke ''Abbiamo una squadra di giocatori versatili. Adesso sappiamo che tipo di ala piccola ci serve''

Intervistato da Antonio Rodi sul “Quotidiano di Puglia – Brindisi”, il direttore sportivo dell’Happy Casa Brindisi Leo De Rycke ha sottolineato come a roster manchi ancora l'ala piccola titolare: “Gli ultimi due giocatori che abbiamo portato a Brindisi (l'ala Nate Laszewski ed il playmaker Jeremy Senglin, ndc) devono essere una specie di collante. Abbiamo aspettato con questo spot in modo da poter definire molto bene di quale profilo abbiamo bisogno. E ora lo sappiamo”.

if(window.location.href.includes("115244")){document.write('
');}else{document.write('
');}

La squadra costruita finora è composta da giocatori versatili e fra loro intercambiabili: “Effettivamente è così. I giocatori che abbiamo scelto hanno questa prerogativa, sono versatili e si adattano al concetto di pallacanestro che ha il nostro allenatore, oltre che al feeling e allo spirito di squadra che vogliamo creare e che dovranno essere il nostro punto di forza nel corso della stagione. Noi non siamo la squadra che può avere un tipo specifico di giocatore proveniente dalla panchina, ad esempio un tiratore puro per giochi speciali, il basket moderno dipende molto da alcuni ruoli oltre che dall'alta intensità che si riesce a dare sia in attacco che in difesa. Ecco perché il nostro roster è costruito così”.

La stagione di Brindisi inizierà con il torneo di Qualificazione di BCL che sarà in Turchia a fine settembre: “Il mio principio è che devi essere competitivo sempre, in ogni partita e in ogni competizione. Ci sono molti fattori che definiranno il risultato. È ovvio che vogliamo qualificarci per la BCL, ma pure le nostre avversarie puntano a farlo”.

Fonte: Lega Basket 

© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!