La Vanoli Cremona supera in rimonta la Reyer Venezia

La Vanoli Basket Cremona fa il colpo contro l’Umana Reyer Venezia nel match che apre la domenica della 24ª giornata. Al di là di un paio di appoggi di Tessitori, l’avvio di partita è nel segno dei padroni di casa, che innescano Adrian e Denegri dall’arco e capitalizzano in contropiede con Pecchia le ottime difese nella propria metà campo (10-4). Successivamente, McCullough realizza un gran step-back e una tripla, coach Spahija viene espulso per somma di falli tecnici e Pecchia dalla lunetta fa anche volare la Vanoli sul +14, prima che Tessitori interrompa il flusso di palle perse orogranata con la schiacciata in contropiede e il movimento elegante dal post-basso del 20-8.

Grazie alle triple dei neoentrati Heidegger e Wiltjer, in seguito, la Reyer si rimette in scia agli avversari e Kabengele dalla lunetta, replicando a una schiacciata di Eboua da palla vagante, avvicina gli ospiti fino al 24-20 di fine primo periodo. Cremona, comunque, non si fa riprendere, dato che McCullough continua a non sbagliare dall’arco e Davis si iscrive bene al match piazzando il jumper del nuovo vantaggio in doppia cifra locale (33-22). Dopo un canestro e fallo proprio dell’ultimo arrivato in casa Vanoli, Venezia mostra di nuovo i muscoli con un controbreak di 0-7 con ancora Wiltjer micidiale da tre punti e in transizione ma il cecchino McCullough ridà ossigeno alla Vanoli (38-29).

Successivamente, l’Umana accorcia ulteriormente le distanze siglando un altro parziale, stavolta di 0-8, impreziosito dalle giocate atletiche di Tucker nel pitturato e dal backdoor di Casarin del -1, sebbene poi i canestri dalla media distanza di McCullough e Denegri spingano di nuovo via Cremona (42-37). Il riaggancio lagunare si completa al termine del tempo, quando Casarin viene ben messo in ritmo dai compagni dall’angolo e Tessitori piazza il recupero convertito nel contropiede del 42-42.

La ripresa si apre con una pioggia di triple, da una parte di Denegri e dall’altra di Heidegger e Spissu, prima che un appoggio di Pecchia e un tap-in di Adrian non permettano agli ospiti di prendere il largo (49-51). Dopo un botta e risposta in backdoor tra Spissu e McCullough, Tucker sale in cattedra nel pitturato e un post-basso vincente di Wiltjer annulla gli effetti di una bomba di Eboua per il 55-58. A seguito di un gioco a due tra McCullough e Golden, Tucker e Kabengele dalla lunetta e Heidegger due volte dal perimetro riescono a lanciare la fuga veneta sul 57-70. Con una coppia di liberi dell’orgoglioso Denegri, al termine del quarto, Cremona riesce a interrompere la lunga emorragia, ma ancora Wiltjer dal post-basso firma il 59-72 dopo 30’ di partita.

Quattro punti dal perimetro di Lacey riaccendono un minimo i lombardi, Wiltjer comunque resta inarrestabile dal post-basso e dal perimetro, aggiornando il massimo vantaggio ospite sul 63-77. Lacey, tuttavia, prosegue senza freni nel suo show al tiro dalla distanza (altre due bombe e un jumper) e un bel recupero proprio del numero 13 riavvicina la Vanoli anche sul -3 a 6’ dalla fine (74-77). Il break locale di 11-0 viene interrotto da un super canestro e fallo in transizione di Casarin ma Lacey accorcia ulteriormente a cronometro fermo e un taglio di Adrian completa la risalita della Vanoli (80-80 con 180” ancora da giocare).

Grazie a due tiri liberi di Davis, Cremona riesce anche a sorpassare gli avversari ma poi Tucker, con tripla e potente penetrazione al ferro, rilancia gli ospiti, che poi sfruttano gli errori di Lacey e McCullough per siglare in contropiede l’82-87 a 90” dal termine. Una bomba di Davis tiene ancora accesissima la contesa e poi un errore di Heidegger viene capitalizzato dal glaciale Denegri, che dall’arco scrive il nuovo +1 biancoblu con 43” ancora sul cronometro. Successivamente, Tessitori subisce fallo ma fallisce entrambe le opportunità dalla lunetta e Venezia commette quindi volontariamente fallo su Denegri.

Il numero 11 della Vanoli comunque non trema e mette un possesso pieno tra le squadre (90-87 a 25” dal termine). Cremona sceglie quindi di mandare sulla linea della carità Wiltjer, che non trema e accorcia sul -1, prima che Denegri ancora ribatta con la stessa moneta. Ci sono 8” rimanenti sul cronometro ma la Vanoli non fa tirare gli avversari dal perimetro; Heidegger viene mandato in lunetta, segna solo uno dei due tiri liberi ma Denegri poi perde palla. L’ultima opportunità finisce perciò nelle mani di Tucker ma il suo tiro dall’angolo termina cortissimo. Cremona può così esultare sul punteggio conclusivo di 92-90. 

Fonte: Lega Basket

 

Classifica: Serie A - Girone Unico LBA

Squadra Pt G V P
Virtus Bologna 44 30 22 8
Olimpia Milano 44 30 22 8
Pallacanestro Brescia 42 30 21 9
Reyer Venezia 38 30 19 11
Pallacanestro Reggiana 32 29 16 13
Aquila Basket Trento 30 30 15 15
Derthona Basket 28 30 14 16
Napoli Basket 28 30 14 16
Pistoia Basket 28 29 14 15
Dinamo Sassari 28 30 14 16
Basket Cremona 24 30 12 18
Pallacanestro Varese 24 30 12 18
Treviso Basket 24 30 12 18
Scafati Basket 24 30 12 18
Victoria Libertas Pesaro 20 30 10 20
New Basket Brindisi 20 30 10 20
© Riproduzione riservata
https://www.basketmarche.it/assets/img/easy_assicurazioni_728_90.jpg

Ti potrebbe interessare anche:

Segui:
su Facebook!