Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Victoria Libertas Pesaro - Basket Cremona: 106 - 122 , Serie A > Girone Unico

Prima delle tre domeniche consecutive alla Vitrifrigo Arena per la VL (a S.Stefano sarà di scena nella trasferta sarda di Sassari), che la vedranno affrontare nell’ordine Cremona,Trento, e Varese, tutte partite che sulla carta sono possibili vittoria per una Vl che pur venendo dalla sconfitta di un punto ad Avellino, ha con la consapevolezza che per ora ha abdicato in maniera netta solo a Milano e a Venezia. Cremona, allenata dal coach della nazionale Sacchetti viene dalla vittoria interna contro l’ancora incerottata Alma Trieste, e potrebbe schierare per l’ultima volta prima del taglio Demps.

Arbitri: Lo Guzzo C., Borgo C., Morelli D. (spett:3975 )

QUINTETTI:
VL
: Blackmon, McCree, Artis, Murray, Mockevicius
Cremona: Saunders,Mathiang,Aldridge,Crawford,Ruzzie

PARZIALI
: 20-35;53-66(33-31);71-94(18-28);106-122(35-28)

VL
: 1 Blackmon Jr. 27, 2 McCree 30, 3 Artis 8, 7 Murray Jr. 9, 8 Conti Ne, 11 Bonci Ne,12 Centis Ne, 20 Ancellotti 2, 32 Monaldi 3, 35 Shashkov Ne, 41 Zanotti 0, 55 Mockevi?ius 27.

Vanoli
: 1 Saunders 13, 2 Baggi Ne, 6 Gazzotti 4, 7 Diener 15, 8 Ricci 7, 9 Demps 24, 10 Ruzzier 14, 12 Mathiang 10, 22 Crawford 23, 23 Aldrigde 12.

1° Quarto

Mockevicius inizia subito bene per i pesaresi, ma Ruzzier va a segno con 5 punti consecutivi Lo stesso Ruzzier ne segna altri tre e porta sul 9 a 2 la Vanoli. Parziale che si allunga sul 12 a 2 con una Vl in totale sbando per il momento; tiri forzatissimi in attacco per i pesaresi.Dall’altra parte comincia il valzer della tripla per la Vanoli, addirittura sul +14 dopo 4 minuti con la Vl che ha segnato la miseria di 6 punti, di cui uno solo dal campo.I cremonesi segnano qualsiasi tipo di tiro e in neanche 5 minuiti ha messo a segno 20 punti a tabellone.

I pesaresi respirano dalla lunetta con McCree e Mockevicius, ma un solo tiro dal campo è veramenrte poco. Blackmon si accendo e si mangia Ricci in penetrazione per il meno 9; McCree segna il -7; Artis recupera un gran pallone a metà campo,va per McCree che segna e subisce il fallo: -5 dopo un inizio veramente terribile e timeout Sacchetti.

Cremona è fallosa , Murray riporta meno 2; ora è la Vanoli allo sbando. Ma è il vecchio Diener a fermare l’emoraggia; lombardi che ricominciano a macinare la loro pallacanestro e riallungano con lo stesso Diener e Demps su un nuovo +9.Pesaresi che anche subiscono anche il contropiede del -12 ( due più uno ). Il quarto si chiude su un assurdo 23-35 (subiti 35 punti,16 rimbalzi (mai visti in un quarto a mia memoria…..)), in un quarto che esprime al massimo la pallacanestro “sacchettiana”.

2°Quarto

Lo spartito non cambia, con Cremona che tiri praticamente nei primi 10 secondi dell’azione e una Vl totalmente assente in difesa e distrutta a rimbalzo. Cremona rispetta il suo piano partita, Pesaro cerca di emulare i lombardi ma con scarsi risultati. Antisportivo per la Vanoli, e Pesaro che cerca di rientrare di nuovo con i suoi americani. Ancellotti con i liberi riporta i pesaresi sul meno 4. Diener riprende a macinare da tre punti, seguita astretto giro da Demps. Vl rientrata e subito rispedita a -11 con il due più uno dell’ex Gazzotti.

Ennesima bomba e -14. McCree di nuovo a segno per il suo quindicesimo punto. Ma Cremona è infallibile: 10 triple messa già a segno su 19, con la Vl complice di subire il gioco dei lombardi (54 subiti in 16 minuti).Altra tripla per Diener e -16.In attaco Pesaro è solo McCre e Mockevicuis. Volano ancora triple intanto, Demps sugli scudi .Monaldi a segno da tre per il -11 .Ancora Demps allo scadere per il +13 fissa il risultato sul 53-66 ( in alcuni campionati sarebbe il punteggio conclusivo).

3°Quarto

Inizio ancora con l’appoggio di Mockevicius e i ritmi sono se possinbile più alti del primo tempo; Ruzzier con un’altra tripla riporta 14 punti di vantaggio. Altra bomba poi per la Vanoli e Pesaro sprofonda a -17 .Vl in sbando forse definitivo .La Vanoli ora trova strada libera in area con la paura del tiro da 3 da parte della Vl. Il parziale si allunga ancora sul -18. Murray intanto esce con copioso sangue dal naso. McCree va per il suo ventiduesimo punto e cerca di riaprire una partita impossibile con 6 punti consecutivi per i pesaresi.Sacchetti chiama il timeout discrezionale; Demps riallunga subito sul +20 ( Demps è a 18 e deve essere tagliato per fare spazio a Stojanovic…..).Pesaro uscita totalmente dal campo. Segna anche Ricci da tre la sedicesima tripla e scrive a referto 88 con ancora 13 minuti da giocare. Demps continua a segnare e il passivo diventa -25. Si chiude sul 71-94 e ancora un quarto da giocare.

4°Quarto

Inizio più compassato di quarto con una Vanoli che può amministrare più di 20 punti. La Vl però non ha totalmente tolto le mani dal manubri, almeno per l’onore. McCree e Blackmon continuano a giocare e fanno -17. Intanto Cremona raggiunge quota 100 con quasi 7 minuti da giocare. Blackmon rosicchia punticini e fa -15. Crawford e Diener richiudono subito il discorso. Cremona ha tolto la mano dal manubrio, la Vl cerca di rifarsi sotto, ma i punti da recuperare sono 12 in poco più di due minuti. A spegnere il tutto è l’ennesima tripla di Rizzier ;chiude definitivamente le ostilità quella di Crawford, che porta a 117 l’attivo di una Cremona che ha trovato una serata balistica totalmente assurda con 20 triple a segno in 40 tentativi, conditi da 25 canestri da due. Si chiude sul punteggio di 106 a 122 una partita stile Nba e una prova dalla lunga per la Vanoli quasi al limite dell’impossibile , ma la Vl si è consegnata alla pallacanestro di Sacchetti.

Giacomo Bertini

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: