Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi

Serie A2 Playoff G5: la Poderosa Montegranaro supera con il brivido Latina e conquista i quarti

Gara 5 è gara 5 e tutti la vogliono giocare. Ma soprattutto tutti vogliono portarsela a casa. E ci riesce una formidabile Poderosa, nonostante uno spauracchio finale. Adrenalina, ritmo alto per non dire altissimo e concentrazione palpabile: questo è andato in scena al Palasavelli mercoledì 8 maggio. Un botta e risposta che neanche a tennis se ne vedono così: 6 pari in neanche tre giri di lancette. Schiaccia inserendo tutto il gomito Simmons, su assist di Palermo e dopo un paio di buone giocate veregrensi (12/6) Coach Gramenzi inserisce Carlson (top scorer in gara 4 con 23 punti). Si fa sentire anche Corbett, mentre per Latina cercano soluzioni da ogni distanza Tavernelli e Baldassarre. Timeout.

Rimbalzi lunari per Simmons e palle recuperate ad hoc per il super capitano Amoroso, ma la tensione è già palpabile e qualche fischio di troppo –o in meno- agita facilmente gli animi. Segna Petrovic da sotto ed aumenta la distanza a favore della XL Extralight (22/13). A Carlson da tre risponde Palermo e ancora Fabi (16/19). Secondo quarto: Tavernelli segna e subisce (da Simmons) e realizza il libero (28/23). Buone le soluzioni al tiro di Palermo e Matellari, ma non basta: Latina è in fiducia e la rimonta avviene in men che non si dica con Carlson, che continua a segnare dalla lunga distanza e Tavernelli, che segna e subisce da Testa (34/32).

Dice la sua Simmons con una delle sue schiacciate assassine, ma la Poderosa non può affidarsi agli sbagli altrui (39% la percentuale al tiro latinense in tutto il match): Montegranaro deve prendere il toro per le corna, senza affidarsi alle beffe del canestro avversario, che sembra prendersi gioco dei ragazzi di Coach Gramenzi in almeno tre occasioni, con il pallone che prima sembra entrare e poi risponde picche.  Tavernelli non è timido, tira da tre e stavolta entra (38/35). Come da copione: non appena l’avversario si avvicina, esce fuori la tigre Simmons si aggrappa al ferro e fa venire giù il palazzetto (40/36), timeout. Amoroso da tre e una stoppata top di Negri frenano sul nascere gli indugi latinensi e si va all’intervallo lungo sul 43/36.

Invariato l’equilibrio in questa prima fase del secondo tempo, con un Lawrence che stenta a trovare spazio ed energia, con evidenti difficoltà fisiche. La Poderosa è un talento nell’inanellare punti su punti grazie ad azioni scorrevoli e mai forzate, sempre giocando di squadra e non affidandosi alle teste calde dell’ultimo minuto. Simmons ancora una volta si aggrappa al ferro proprio quando Latina inizia a mostrare il fianco, ma ecco volare due falli tecnici in simultanea a Palermo e a Baldassarre (arrivato a 4 falli, richiamato in panchina). Sul +9 Treier stoppa fallosamente Cassese, concedendogli i liberi. 55/49, ultimi dieci minuti: buono Petrovic dal pitturato, e ottimo Corbett da tre per un grave errore difensivo di Fabi. Ripara Martini (60/55) e a Latina dà una bella spinta Carlson dalla lunetta più distante, rimettendo tutto in discussione (60/58).

Timeout. Mastellari realizza da sotto nonostante uno schieramento oplitico, ancora Amoroso da sotto e infine Simmons in volata (66/58). Timeout. Cucci in solitaria e poi tante azioni forzate, troppe da parte dei latinensi che si autocondannano alla resa: canestro e fallo subito per Cassese, che porta Latina a -4 (67/63). Palla recuperata, Tavernelli a cronometro fermo mette entrambi i liberi (67/65) e mentre anche Carlson esce per cinque falli, mancano appena 30 secondi. Cucci recupera palla, va a canestro, subisce fallo e ne mette uno su due (67/66). Palermo ai liberi fa 2/2 e sul 69/66 viene chiamato l’ultimo –viene da dire inutile- timeout. Chiudono la serata i liberi di LaMarshall Corbett. 71/66. Onore a una Benacquista Latina combattiva e fiera, tenace e semplicemente dura a morire. La Poderosa stacca il pass per i quarti di finale, confrontandosi con la squadra di Bergamo, vincente per un paio di punti a Gara 5 contro Mantova.

XL Extralight Montegranaro - Benacquista Assicurazioni Latina 71-66 (26-19, 17-17, 12-13, 16-17)

XL Extralight Montegranaro: Jeremy Simmons 16 (8/13, 0/0), Lamarshall Corbett 15 (3/9, 1/6), Matteo Palermo 13 (4/5, 1/2), Valerio Amoroso 11 (4/7, 1/4), Martino Mastellari 6 (3/5, 0/1), Matteo Negri 4 (1/1, 0/0), Danilo Petrovic 4 (2/4, 0/0), Kaspar Treier 2 (1/2, 0/0), Filippo Testa 0 (0/0, 0/0), Andrea Traini 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 12 - Rimbalzi: 37 6 + 31 (Jeremy Simmons 11) - Assist: 11 (Lamarshall Corbett, Matteo Palermo, Valerio Amoroso, Martino Mastellari, Kaspar Treier 2)

Benacquista Assicurazioni Latina: Michael Carlson 20 (2/3, 5/10), Riccardo Tavernelli 19 (3/7, 3/5), Matteo Martini 5 (1/1, 1/4), Agustin Fabi 5 (1/3, 1/4), Valerio Cucci 5 (1/4, 0/2), Alessandro Cassese 5 (1/1, 0/3), Andrew Lawrence 4 (2/4, 0/3), Giovanni Allodi 2 (1/1, 0/0), Patrick Baldassarre 1 (0/0, 0/2), Tarik Hajrovic 0 (0/0, 0/0), Matija Jovovic 0 (0/0, 0/0), Matteo Ambrosin 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 17 - Rimbalzi: 24 3 + 21 (Riccardo Tavernelli 7) - Assist: 15 (Andrew Lawrence 6)

Nicoletta Canapa

 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbe interessare anche: